• Sei in:
  • Home
  • Profili professionali

Il Chimico Clinico, Forense e dello Sport

effettua ricerche e analisi chimiche al fine di accertare la presenza, la natura e la composizione di sostanze chimiche (doping, farmaci, stupefacenti) assunte dalle persone o rilevate su oggetti.
La sua attività è inoltre rivolta all''individuazione di nuovi metodi, nuove tecniche e nuovi strumenti per le indagini chimiche e per la validazione dei risultati ottenuti.

Competenze associate alla funzione

  • Analizza obiettivi e costi: nell'ambito dell'attività di ricerca valuta costi-benefici prendendo in esame la documentazione scientifica a disposizione e gli specifici obiettivi da raggiungere
  • Raccoglie campioni e informazioni di contesto: acquisisce informazioni di contesto per una corretta valutazione dell'ambito di analisi in oggetto e individua le tecniche e gli strumenti da impiegare per il campionamento e l'analisi delle sostanze; acquisisce i campioni da analizzare da parte delle autorità competenti e, talvolta, si occupa anche del prelievo
  • Coordina la catena di custodia: coordina le procedure per il trasporto del campione dal luogo dove è stato effettuato il campionamento al laboratorio di analisi; applica apposite procedure, strumenti (kit, sigilli, moduli, contenitori, etc.) e protocolli secondo gli standard internazionali di qualità
  • Effettua analisi: procede con due step di analisi: uno screening iniziale per eliminare i campioni risultati negativi ai test (alta sensibilità); una fase di conferma dei risultati ottenuti da test più specifici (alta specificità)
  • Referta e Valuta i risultati dell'analisi: interpreta i risultati sulla base sia dei referti delle analisi chimiche effettuate, sia della documentazione scientifica a disposizione
  • Sperimenta: effettua prove in laboratorio in cui utilizza metodiche differenti di analisi per confrontare i risultati ottenuti; effettua approfondimenti statistico-probabilistici per ipotizzare scenari applicativi e per misurare i risultati e determinare standard di riferimento ottimali; crea, adatta e verifica nuove tecniche di prelievo e analisi capaci di massimizzare sensibilità e specificità dei test.
  • Redige rapporti di ricerca e documentazione tecnica: cura la pubblicazione scientifica degli studi sperimentali effettuati e la redazione di documenti tecnici, da fornire ad esempio in sede forense, contenente interpretazioni e argomentazioni a sostegno delle conclusioni espresse
  • Brevetta: compila e inoltra l'apposita modulistica da sottoporre all'autorizzazione delle autorità competenti (a livello nazionale, europeo e internazionale)
  • Assiste al trasferimento tecnologico: fornisce consulenza ai soggetti che impiegano (con o senza Brevetto) la sintesi della sperimentazione.

 

Sbocchi professionali:

Enti Pubblici: Dogane, servizio di Polizia Scientifica della Polizia di Stato, servizio investigazioni scientifiche dell'Arma dei Carabinieri
Laboratori di analisi pubblici e privati: Laboratori Antidoping, Laboratori specializzati in Tossicologia Forense, Laboratori di analisi

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  • Chimici e professioni assimilate - (2.1.1.2.1)
  • Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze chimiche e farmaceutiche - (2.6.2.1.3)

 

Ultimo aggiornamento: 04/04/2018 11:34

Il corso in breve

Dipartimenti di riferimento

Scuola di riferimento

Campusnet Unito
Non cliccare qui!